Corso “Tecnica di scrittura di Musica per il Cinema”


Festival Creuza de Mà 2016

 

Per l’edizione 2016 il Festival Creuza de Mà – Musica per cinema organizza un Corso di “Tecnica di composizione musicale per il cinema” tenuto dal compositore Franco Piersanti.

 

La musica gioca un ruolo fondamentale tra le componenti di un film, di un documentario o di serie televisive: si vuole proporre un corso di composizione musicale per il cinema indirizzato a giovani compositori che vedono nella musica applicata al cinema una delle tante possibilità del comporre musica in ambito professionale.

 

Finalità del corso: conoscere ed affinare le tecniche della drammaturgia musicale applicata al cinema, attraverso esempi audio e video che ripercorrono la storia della musica nel cinema. L’opportunità di studiare assieme su partiture di maestri e autori classici. Esperienze di scrittura su piccole scene da realizzare musicalmente. Affrontare tutta la parte pratica inerente l’organizzazione del lavoro di registrazione musicale.

 

Articolazione del Corso

  • Il rapporto tra regista e musicista;
  • Lavorare con le immagini;
  • La composizione della musica;
  • Registrazione e mixaggio musica;
  • Montaggio della musica sul film;
  • Mix del film;
  • Comporre per la televisione;
  • Estetica e poetica del compositore di musica per il cinema oggi.

 

È previsto un incontro con un altro compositore di diversa tendenza e con un montatore della musica per il montaggio musicale (protools).

 

Destinatari: Giovani compositori, musicisti e uditori.

 

Criteri di selezione: per partecipare al corso si richiede un CV personale e  n. 2 composizioni (sia con partitura che in audio file). Preferibile sarebbe avere un titolo di compimento inferiore di composizione.

Il materiale verrà visionato dallo stesso maestro Franco Piersanti.

Per gli uditori è sufficiente il curriculum personale.

 

Il corso, della durata di 6 giorni, si svolgerà con incontri giornalieri di 6 ore (3h al mattino e 3h al pomeriggio). A conclusione i partecipanti (esclusi gli uditori) riceveranno alcune sequenza cinematografiche o un cortometraggio inediti, provenienti dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, sul quale dovranno comporre un commento musicale.

 

Le migliori 5 composizioni saranno scelte dalla Giuria composta da Franco Piersanti, Gianfranco Cabiddu (regista, direttore artistico del Festival Creuza de Mà – Musica per cinema) e Riccardo Giagni (musicologo, compositore, autore di colonne sonore) e verranno eseguite dal vivo (da un complesso orchestrale il cui organico verrà comunicato all’inizio del corso) in una serata dedicata durante il Festival Creuza de Mà-edizione 2016 che si svolgerà nel secondo fine settimana di dicembre a Cagliari.

 

Numero partecipanti: 15/18

 

Calendario

 

Attività Date
Iscrizione Entro il 20 ottobre
Fase di selezione degli iscritti Dal 20 ottobre al 31 ottobre
Svolgimento corso Dal 7 al 12 novembre
Consegna della composizione Entro il 27 novembre
Selezione delle composizioni Entro il 30 novembre
Invio comunicazione ai selezionati Il 1 dicembre
Esecuzione dal vivo Dal 7 al 10 dicembre

 

Costi

La quota di iscrizione per l’intero corso è di 300 euro.

La quota di partecipazione per gli uditori è di 150 euro.

L’iscrizione e la partecipazione degli studenti del Conservatorio di Cagliari è gratuita.

 

Luogo: Cagliari presso il Conservatorio di Musica “Pierluigi Da Palestrina”  

 

Modalità di iscrizione

Per partecipare alla selezione, alla segreteria organizzativa dovrà pervenire entro e non oltre il 20 ottobre un’email all’indirizzo segreteria.musicapercinema@gmail.com contenente:

  • I dati del partecipante: Nome e Cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale;
  • Il curriculum vitae aggiornato;
  • N. 2 composizioni (sia con partitura che in audio file).

 

Vitto e alloggio

Esistono strutture convenzionate per coloro che si iscrivono al corso per quanto riguarda il vitto e l’alloggio. Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa via email.


 

Franco Piersanti

15_12_12-franco-piersanti-cagliari-photo_eugenio_schirru-_mg_6873

Franco Piersanti (Roma, 1950) è uno dei più rappresentativi autori europei di musica per film. La sua versatilità, congiunta a una cifra stilistica personalissima, gli ha consentito di esplorare i diversi ambiti della musica applicata (cinema, televisione, teatro, balletto), senza per questo trascurare la produzione concertistica.

Dal 1976 a oggi ha firmato oltre centocinquanta colonne sonore, collaborando con registi quali Nanni Moretti, Gianni Amelio, Margarethe Von Trotta, Ermanno Olmi, Daniele Luchetti, Marco Tullio Giordana, Emanuele Crialese, Bernardo Bertolucci. In ambito televisivo si distinguono le sue musiche per la serie “Il commissario Montalbano” (regia di Alberto Sironi, RAI 1999-2015).

Le musiche per film di Franco Piersanti hanno ottenuto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, fra cui il premio UCMF – Union Des Compositeurs De Musiques De Films Miglior Colonna Sonora al Festival di Cannes 2007, tre David di Donatello, due Grolle d’oro, due Nastri d’argento, sette Ciak d’oro, un Globo d’oro, tre premi “Ennio Morricone” al Festival internazionale del film di Taormina, e molti altri ancora, più svariate candidature.

In ambito didattico, si segnalano i corsi di composizione per film tenuti assieme al musicologo Sergio Miceli presso La Scuola Civica di Musica a Milano (oggi Conservatorio Claudio Abbado), il Conservatorio di Ascoli Piceno, il CRSDM di Fiesole, i Centri audiovisivi di Pordenone e di Canosa di Puglia e all’Accademia Filarmonica di Roma.

Visualizza la biografia completa.


Gianfranco Cabiddu

cabiddu_pinna

Gianfranco Cabiddu è nato a Cagliari e vive a Roma. Si forma come musicista nel capoluogo isolano, tra gli studi di musica classica e i gruppi di Jazz dei primi anni Settanta. In teatro collabora con Vittorio Gassman, Carmelo Bene, Dario Fo, Martha Graham, Jerzy Grotowski, Peter Brook, Eduardo De Filippo. Con Eduardo ha una collaborazione stabile come assistente, e realizza la registrazione audio de La tempesta di Shakespeare. Nel cinema lavora prima come tecnico del suono in oltre 30 film collaborando con registi quali Comencini, Monicelli, Tornatore, Ponzi, Villaggio, ecc. Esordisce come regista e sceneggiatore con Disamistade (1989) con Joaquim DeAlmeida e Laura del Sol, a cui seguono Sonos ’e Memoria (1995), evento speciale alla 52° Mostra del Cinema di Venezia e Il figlio di Bakunin (1997) tratto dall’ omonimo romanzo di Sergio Atzeni e prodotto da Giuseppe Tornatore. Con Passaggi di tempo (2005) realizza il suo primo film musicale. Per la serie CRIMINI realizza Disegno di Sangue (2006) filmTv su soggetto di Marcello Fois e sceneggiatura di Giancarlo De Cataldo. Tra i documentari, i più significativi: Cagliari (1990) S’Ardia (1994), Scritto sulla Pietra (1998), Efis, martiri gloriosu (1999) Jazz Time in Berchidda (1999) In faccia al Vento (2000), Montevecchio (2004) Passaparola (2006) Il sapere delle Mani (2012) L’Innesto-Padre e Figlio (2012). La stoffa dei sogni, film lungometraggio di cui firma soggetto e regia è ispirato a L’arte della commedia di Eduardo De Filippo e a La tempesta di William Shakespeare,scritto con Ugo Chiti, con Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Renato Carpentieri, Luca De Filippo; girato all’Asinara, in uscita a novembre 2016. Sempre nel 2016 firma con Mario Tronco la regia cinematografica de Il Flauto Magico a Piazza Vittorio film musicale ispirato a Mozart per il cinema con Fabrizio Bentivoglio e Petra Magoni e l’Orchestra di Piazza Vittorio.  Dal 1995 al 2000 è stato direttore artistico del Premio Solinas per la sceneggiatura cinematografica. Dal 1996 curatore del settore Immagini e Cinema del Festival Internazionale Time in Jazz di Berchidda e attualmente è direttore artistico del Festival Creuza de Mà – Musica per cinema e ispiratore del progetto Le isole del Cinema (Tavolara; Asinara; S.Pietro-Carloforte; La Maddalena) Festival e Seminari su Regia, Attore, Scrittura e Musica nel cinema.


 

Riccardo Giagni

13-riccardo_giagni-festival_creuza_de_ma-carloforte-2011-photo_eugenio_schirru-300x200Riccardo Giagni è nato a Roma nel 1956. Si laurea in filosofia presso l’università della sua città e compie studi musicali presso il Conservatorio dell’Aquila. Dal 1976 collabora con la Rai – sia in radio che per la televisione – in veste di autore, regista, consulente musicale e conduttore di programmi culturali. Ha lavorato a lungo nel settore della discografia nazionale in qualità di produttore, arrangiatore e autore. Ha curato festival e convegni internazionali legati alla musica e alle arti della visione, e collabora con musei e istituzioni nazionali e internazionali (Centre Georges Pompidou di Parigi, Museo d’Arte Contemporanea di Strasburgo, Sound Art Museum di Roma, Istituto Europeo di Design, Biennale di Venezia, École Supérieure Libre d’Études Cinématographiques di Parigi). Dal 2010 al 2012 è stato membro dell’Osservatorio sulla Creatività della Provincia di Roma (Assessorato alle Politiche Culturali). Collabora inoltre con diverse case editrici e testate giornalistiche, tiene regolarmente corsi, seminari, master classes e stages presso università, conservatori e scuole d’eccellenza e di Alta Formazione in Italia e all’estero. Dal 2007 anima e conduce, assieme a Luca Bandirali, gli incontri su cinema e musica del Festival “Creuza de mä” di Carloforte. Ha lavorato con numerosi registi, da Luciano Odorisio a Mimmo Calopresti, da Carlo Lizzani a Massimo Costa, da Egidio Eronico ai fratelli Taviani, da Brad Mirman a Sabina Guzzanti e Marco Bellocchio. Con la stessa Guzzanti ha collaborato per il programma televisivo R(a)iot (2003) e per gli spettacoli teatrali Reperto R(a)iot (2004) e Vilipendio (2008/2009), firmando in entrambi i casi le musiche originali. Sue le musiche del fortunato film/documentario di Sabina Guzzanti Viva Zapatero!, nonché dei successivi Le ragioni dell’aragosta e Draquila.

 

Scarica il Bando del Corso “Tecnica di scrittura di musica per il cinema”